Il mio carrello

0

Sapori, saperi e tesori dal territorio della Via Amerina e dell’Agro Falisco

Tesori

La Tuscia è nota per aver ospitato gli Etruschi e i Falisci, per essere una terra ricca di storia, monumenti, siti archeologici, santuari e paesaggi suggestivi immortalati da pittori e viaggiatori romantici. Oggi è un territorio capace di riscoprirsi e valorizzarsi, di offrirsi – oltre che ai palati – agli occhi e alle orecchie più raffinate. 

Il comprensorio dell’Agro Falisco e della Via Amerina rientra in quella parte della Tuscia – il Basso Viterbese – attraversata da una delle più importanti e meglio conservate vie consolari: l’Amerina, le cui origini risalgono al IV secolo a.C.

Il suo antico tracciato prende le mosse dal XXI miglio della Via Cassia – all’altezza della Valle del Baccano – e, attraversando un territorio che vi invitiamo a visitare insieme a noi, arriva fino in Umbria, nei pressi dell’antica città romana di Amelia, un tempo Ameria, da cui prende il nome (foto1). Per chi volesse approfondirne la storia e conoscere in modo più specifico i Comuni limitrofi, si consiglia l'interessante pubblicazione La Via Amerina e il suo paesaggio, edita dalla Biblioteca Comunale di Civita Castellana (foto2). 

Il territorio denominato Agro Falisco si estende da Mazzano Romano ai Monti Cimini, tra le province di Roma e di Viterbo, ed è delimitato ad ovest dalla Via Cassia e ad est dal fiume Tevere. Il suo nome deriva dagli antichi abitanti del luogo, i Falisci. I numerosi corsi d’acqua che attraversavano il territorio hanno inciso la roccia lavica creando profonde gole a pareti verticali chiamate localmente “Forre”. Il risultato è un paesaggio fiabesco e assai suggestivo, caratterizzato dall’alternanza di zone pianeggianti coltivate e selvaggi canyon, spettacolari nella loro asprezza, con una flora e una fauna ancora oggi molto ricche e variegate.

I numerosi siti archeologici, così come i ruderi di borghi e castelli, oltre a rendere queste zone estremamente affascinanti sono la tangibile testimonianza del ricco crocevia rappresentato da questo territorio in epoca falisca, romana e medievale.  

Prima di procedere con la presentazione dei nostri Tesori, ci piace segnalare l’Associazione Argilla che, dal 2009, si occupa della loro valorizzazione e promozione: nel 2011 ha presentato la candidatura che ha permesso l’inserimento dell’Agro Falisco tra le mille Meraviglie d’ItaliaL’Associazione è specializzata nell’attività di accoglienza ed escursionismo, soprattutto – ma non solo – presso le aree di alto valore archeologico e naturalistico rimaste finora escluse dai circuiti tradizionali. È solita accompagnare le sue iniziative escursionistiche con degustazioni delle specialità enogastronomiche locali (info@turismocivitacastellana.it; escursioni@turismocivitacastellana.it; 328/2936233 Giampietro; 329/8110391 Emanuele). 

 

TUSCIA GNAM di Danilo Corazza | Via del Castelletto 35 | 01033 Civita Castellana (Viterbo) | P.IVA 02127940563